Attivazione in 11 metri

Sabato 12 settembre 2020 dalle ore 9.00, attiverà una stazione dal monte matajur,(1641m s.l.m. nella parte orientale del Friuli Venezia Giulia) che opererà sulla frequenza monitor 27.305 fm\usb, canale 30omologato con nominativo di chiamata 1FVG004 operatore Fabio;
Visto le condizioni di lavoro e salvo tempo brutto, il taggio d’azione in diretta sara3 il Friuli, il Veneto, e la parte orientale dell’ Emilia Romagna, propagazione permettendo si spera di collegare operatori di tutta italia e non solo, chiaramente siete tutti invitati per il piacere di fare 4 chiacchiere insieme e passare un sabato in radio.
L’ attivazione durerà dalle 9.00 orario di partenza fino alla sera presumivilmente alle ore 18.00..
Stiamo cercando di rendere possibili le cartoline di avvenuto collegamento..
L email per contatti è:
“Attivazionecbfvg@libero.it”
Sarò disponibile per prove in pmr e prove in vhf , quest ultima con nominativo IV3GQC
Vi aspetto numerosi

7351

Stazione Spaziale Internazionale ISS

la stazione spaziale internazionale ISS da 2 settembre ha attivato un ripetitore in banda FM rafioamatoriale

downlink 437.800

uplink 145.990

tono 67.0

Per la ricezione basta un portatile dal balcone

Per trasmetterete é necessaria una semplice verticale e dai 21 gradi a salire, purtroppo se non si possiede una direttiva, al di sotto dei 20 gradi l’acquisizione è matematicamente impossibile.

Naturalmente il tempo di acquisizione della ISS si aggira attorno ai 10 minuti visto che rotazione intorno alla terra ha un tempo di 90 minuti.

Per info 

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Stazione_Spaziale_Internazionale

http://www.isstracker.com

www.n2yo.com

Podcast IK7XJA. il podcast di un Radioamatore

Episodio 1: Alcune note sul Podcast di XJA, il podcast di un Radioamatore

Episodio 2: Il 25 aprile, Guglielmo Marconi e l’invenzione della radio

Episodio 3: Il periodo delle radio libere

Episodio 4: Il podcast della homepage di ik7xja.it. Cosa c’è sul sito di un radioamatore?

Episodio 5: Il Pobeda Award, il diploma Russo per commemorare il 75.mo anno della vittoria nella II Guerra Mondiale

Episodio 6: Alcuni strani comportamenti dei Radioamatori… della serie: nessuno è perfetto!

Episodio 7: Samuel Morse, l’inventore della telegrafia

Episodio 8: Lezione ZERO di telegrafia. Le basi dell’apprendimento

Episodio 9: Un pile-up infernale!

Episodio 10: I vantaggi della telegrafia

Episodio 11: Come cominciare ad esercitarsi nella trasmissione in CW

Episodio 12: ELBEX 40 CANALI, LA MIA PRIMA RADIO!

Episodio 13: Il contest Narrow FM di ARI Lecce

Episodio 14: Alcune note operative sulle bande Radioamatoriali

Episodio 15: La scelta di una radio per la propria stazione di radioamatore

Episodio 16: Gruppo CB 1RPS, Radio Penisola Salentina

cos’è un CB, un OM, un SWL

Tutti coloro che si sono avvicinati anche solo marginalmente al mondo della radio, avranno sicuramente intuito quale indiscutibile fascino emana. Il poter comunicare con persone distanti migliaia di kilometri rappresenta una esperienza unica e tutto questo senza incappare in costi proibitivi, quello che occorre è solo un pò di tempo libero e tanta passione. Il radioamatore viene generalmente definito O.M., dall’inglese Old Man (affettuosamente traducibile in “vecchio mio” ). Per poter “operare” necessita di una regolare autorizzazione che si ottiene superando un esame ministeriale. Può parlare via radio con tutto il mondo, utilizzando a volte anche il computer, con lo scopo di scambiare informazioni tecniche, offrire supporti ed aiuti di pubblica utilità (affiancando la protezione civile in casi di calamità) o per il semplice gusto di “contattare” persone all’altro capo del mondo. Ai radioamatori OM ai quali viene assegnato un nominativo internazionale dopo aver superato un esame di radiotecnica e regolamenti internazionali: possono usufruire delle tecniche avanzate di comunicazione: dalla trasmissione dati a quella via satellite. L’ S.W.L., dall’inglese Short Wave Listener, ascoltatore di Onde Corte, è invece solo un ascoltatore e non ha il permesso per poter trasmettere. Si limita a captare le trasmissioni radioamatoriali, le più deboli e lontane, per poi successivamente inviare una QSL, la cartolina di conferma dell’avvenuto ascolto . Quando si arriva a 100 QSL ci si può fregiare del titolo di DXCC (cacciatore di ascolti). Il C.B., dall’inglese Cityzen Band (banda cittadina), è invece un radiodilettante che opera solo in città, su frequenze predeterminate e con apparecchiature meno potenti, il suo raggio di ricetrasmissione è notevolmente ridotto e in pratica copre soltanto la città di appartenenza, un collegamento a 15-20 Km di distanza rappresenta già un fatto eccezionale. I C.B. possono parlare di ciò che vogliono e quanto vogliono senza restrizioni pur sempre rispettando, come tutti, l’etica radioantistica